Hardware

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Strumentazione hardware consigliata
computer desktop, tastiera normale, schermo piatto, mouse, barra braille, auricolari,stampante laser b/n, scanner, penna USB o HD portatile
 
Motivazioni:
Il computer desktop è, a mio avviso, preferibile in quanto, dovendo rimanere acceso per molto tempo ha dei componenti più resistenti e che possono essere eventualmente sostituiti o aggiornati. Un computer portatile, anche se meno ingombrante, è più delicato e ha molte più probabilità di incorrere a cadute accidentali; in caso di rotture della componentistica ne risulta più difficile la sostituzione. Non di poco conto risulta la scelta della tastiera, quella di un portatile è più difficile da usare in quanto i tasti sono molto più vicini fra loro, basta avere una tastiera normale . I tasti F, J e 5(del tastierino numerico) sono facilmente individuabili dai non vedenti in quanto sono contrassegnati con una righetta o un punto in rilievo; molte volte però l'alunno preferisce contrassegnare anche altri punti a lui significativi, lo si può quindi aiutare mettendo una goccia di vinavil che, dopo i tempi di essicazione, sarà trasparente e riconoscibile al tatto.
Lo schermo piatto, ormai di uso comune, non è ingombrante e per i non vedenti non ricopre alcuna importanza, serve all'insegnante ma..... anche ai compagni copioni.... ed allora basta spegnere lo schermo durante le verifiche!!!! il computer continuerà a funzionare normalmente ed in modo accessibile per il non vedente. Anche il mouse non serve all'alunno ma solo all'insegnante.
La barra braille è lo strumento hardware indispensabile che permette all'alunno di "vedere" col tatto ciò che compare sullo schermo del computer. Per la scuola è consigliabile avere una barra braille con 40 celle; ogni cella riporta in braille un carattere, si controllano quindi 40 caratteri per volta. Con i comandi opportuni la barra braille può mostrare i 40 caratteri successivi o precedenti, la riga successiva o precedente. Ogni modello offre poi delle funzionalità aggiuntive che  ne faranno lievitare notevolmente i costi.
La stampa degli elaborati viene eseguista su una normale stampante in nero, non è consigliabile l'acquisto e l'installazione di una stampante braille in classe in quanto molto rumorosa ed è praticamente inutile. Una stampante laser ha un costo iniziale maggiore rispetto ad una stampante a getto d'inchiostro, è comunque preferibile in quanto, con una ricarica già compresa nel prezzo iniziale, in genere può stampare circa 2.000 copie senza dare alcun problema. La stampante a getto d'inchiostro (inkjet) ha un costo iniziale inferiore ma ad ogni accensione l'inchiostro viene usato per pulire gli ugelli di stampa al fine di evitarne l'essicazione, il risultato è che il consumo di inchiostro risulta notevole anche senza stampare e le ricariche non durano molto tempo; inoltre, rimanendo inattiva in classe durante il periodo estivo, gli ugelli di stampa si essicheranno con la conseguenza di dover provvedere alla manutenzione/sostituzione degli stessi.
Lo scanner è uno strumento indispensabile poichè permette di acquisire, ad esempio, l'immagine di una o più pagine di un testo o di una scheda. Tale immagine, tramite l'elaborazione con un software OCR, sarà trasformata in testo utilizzabile dall'alunno. A scuola lo scanner dovrebbe esere usato saltuariamente, si può quindi mettere in una posizione più defilata, per esempio sul banco dell'insegnante di sostegno. Un'altra soluzione potrebbe essere quella di acquistare una stampante multifunzione laser; l'apparecchiatura comprende, oltre alla stampante, anche uno scanner ed offre il vantaggio di occupare una superficie minore, anche se l'apparecchiatura è più alta di una normale stampante.
La penna USB o l'HD esterno servono per trasportare i dati dal computer di scuola a quello di casa e viceversa. La penna USB è meno costosa ma, visto l'uso, ha una durata limitata (non più di un anno) l'Hard Disk esterno offre maggiori garanzie ma se dovesse cadere.....
 
Postazione informatica